ASSOCIAZIONE

Enti Bilaterali

E.BI.TEMP

E.Bi.Temp è l’ente che rende il lavoro in somministrazione uno dei più tutelati.

I lavoratori, tramite l’Agenzia, hanno diritto a un mini-welfare di settore che assicura loro indennizzi, tutele e prestazioni. Questo ente bilaterale, nato dall’accordo tra Assolavoro e i sindacati del settore, ha lo scopo di fornire una rete di servizi, assistenza e sostegno al reddito per il lavoro temporaneo.

LE MISURE A SOSTEGNO DEI LAVORATORI

Contributo per l'asilo nido
Sostegno alla maternità
Sostegno "una tantum" per l'adozione e l'affidamento
Sostegno all'istruzione
Sostegno alla persona con invalidità al 100%
Sostegno al reddito - Forma.Temp

Contributo per l’asilo nido genitori
A chi è rivolto: alle lavoratrici madri e ai lavoratori padri con un contratto di lavoro pari o superiore a 7 giorni e con un’anzianità di almeno 3 mesi lavorati negli ultimi 12.
Cosa si può ottenere: un contributo fino ad un massimo di € 150 mensili, fino al terzo anni di età del bambino e fino al completamento della frequenza del nido nel periodo di riferimento.

Sostegno alla maternità
A chi è rivolto: alle lavoratrici in gravidanza per le quali la missione cessi nei primi 180 giorni dall’inizio della stessa e alle quale non spetti l’indennità relativa alla maternità obbligatoria INPS.
Cosa si può ottenere: un contributo “una tantum” di € 2.800 al lordo delle imposte previste dalla legge.

Integrazione contributo INPS alla maternità obbligatoria
A chi è rivolto: alle lavoratrici in maternità che ricevono direttamente l’indennità dall’INPS e alle quali sia scaduto il contratto di lavoro a tempo determinato in somministrazione prima di entrare in maternità obbligatoria.
Cosa si può ottenere: un contributo integrativo della indennità di maternità fino al 100% della retribuzione precedentemente percepita.

Sostegno “una tantum” per adozione o affidamento nazionale/internazionale
A chi è rivolto: alle lavoratrici e ai lavoratori con un contratto in somministrazione, che abbiano ottenuto l’adozione o l’affidamento di un minore o che partecipino ad un progetto di accoglienza temporanea, nel proprio nucleo familiare, di minori che si trovino in situazioni di difficoltà sociale.
Cosa si può ottenere: un contributo “una tantum” di € 2.800 al lordo delle imposte previste dalla legge.

Materiale didattico e libri (per figli o minori sotto tutela)
A chi è rivolto: alle lavoratrici e ai lavoratori con un’anzianità di lavoro in somministrazione pari complessivamente a 60 giorni nel periodo compreso dal 1° settembre al 31 agosto dell’anno scolastico di riferimento, che abbiano fiscalmente a proprio carico figli o minori sotto tutela iscritti ad una scuola Primaria o Secondaria o all’Università con attestazione di frequenza in corso di laurea.
Cosa si può ottenere: un contributo per ogni figlio o minore sotto tutela fiscalmente a carico per acquisto di libri o materiale didattico del valore di € 200.

Studenti lavoratori (corsi serali)
A chi è rivolto: alle lavoratrici e ai lavoratori iscritti a corsi serali per il conseguimento del diploma di scuola pubblica secondaria di primo o secondo grado, con un’anzianità di lavoro in somministrazione pari complessivamente a 60 giorni nel periodo compreso dal 1° settembre al 31 agosto dell’anno scolastico di riferimento.
Cosa si può ottenere: un contributo del valore di € 200 lordi per acquisto di libri o altro materiale didattico (es. cancelleria).

Retta universitaria studenti lavoratori
A chi è rivolto: alle lavoratrici e ai lavoratori iscritti ad un corso di laurea universitario nell’ambito della sua durata legale, con un’anzianità di lavoro in somministrazione pari almeno a 45 giorni nei 12 mesi precedenti all’inizio dell’anno accademico.
Cosa si può ottenere: un contributo di €200 lordi per i costi delle tasse universitarie.

Studenti lavoratori con contratti di apprendistato di I e III livello
A chi è rivolto: alle lavoratrici e ai lavoratori studenti iscritti alla scuola secondaria di II grado con contratti di apprendistato di I e III livello art.43 e 45 del T.U. 81/2008, con un’anzianità di lavoro in somministrazione pari complessivamente a 60 giorni nel periodo compreso tra il 1° settembre ed il 31 agosto di ciascuno anno scolastico di riferimento.
Cosa si può ottenere: un contributo annuo di € 200 lordi per acquisto di libri o altro materiale didattico (es. cancelleria).

Sostegno alla persona con invalidità al 100%
A chi è rivolto: alle lavoratrici e ai lavoratori con un contratto di lavoro in somministrazione e con un’anzianità di lavoro di almeno 90 giorni che si trovino in condizioni di invalidità al 100% o che abbiano familiari fiscalmente a carico in condizioni di invalidità al 100%.
Cosa si può ottenere: un contributo annuo di € 1.500.

FORMA.TEMP – Sostegno al reddito
A chi è rivolto: hanno diritto alla prestazione tutti i lavoratori precedentemente assunti con uno o più contratti in somministrazione a tempo determinato o indeterminato, anche in apprendistato a condizione che:

  • siano disoccupati da almeno 45 giorni e abbiano maturato almeno 110 giornate nell’arco degli ultimi 12 mesi a far data dall’ultimo giorno effettivo di lavoro; oppure…
  • siano disoccupati da almeno 45 giorni e abbiano maturato almeno 90 nell’arco degli ultimi 12 mesi a far data dall’ultimo giorno di lavoro.

Cosa si può ottenere: ai beneficiari di cui al precedente punto viene corrisposto a titolo di sostegno al reddito pari a € 1.000 al lordo delle imposte previste dalla legge. Ai beneficiari di cui al precedente punto 2 viene corrisposto un contributo a titolo di sostegno al reddito pari a € 780 al lordo delle imposte previste dalla legge.

Verifica i requisiti e le tempistiche sul sito www.formatemp.it area Politiche Passive del lavoro/sostegno al reddito – Sar.

LE MISURE A TUTELA DEI LAVORATORI

Rimborso per ticket e vaccini
Rimborso spese odontoiatriche private
Rimborso spese per ricoveri con grande intervento chirurgico a pagamento e sussidi in caso di ricoveri ospedalieri
Pacchetto maternità, prevenzione donna e alta diagnostica privata per malattie oncologiche
Rimborso per lenti e piccoli interventi oculistici
Indennità per infortunio

Tutela sanitaria
A chi è rivolta: sono previsti rimborsi per le spese sanitarie sostenute dalle lavoratrici e dai lavoratori con contratti in somministrazione attivi o che abbiano svolto almeno 30 giorni di attività lavorativa nell’arco dei 120 giorni di calendario (nonché per i 120 giorni successivi alla cessazione del rapporto di lavoro). Per alcune prestazioni la copertura è estesa anche al coniuge e ai figli fiscalmente a carico.
Cosa si può ottenere:

  • Rimborso del 100% dei ticket pagati
  • Rimborso delle vaccinazioni private per figli minori fiscalmente a carico
  • Rimborso delle spese odontoiatriche private secondo tariffario
  • Rimborso delle spese per interventi di alta chirurgia, comprensivi di spese pre e post ricovero
  • Un sussidio giornaliero per qualsiasi ricovero (esclusi i grandi interventi)
  • Un pacchetto prevenzione donna con il rimborso di esami svolti in strutture private
  • Un pacchetto per esami di alta diagnostica privata per malattie oncologiche, per assistere lavoratrici e lavoratori in caso di malattie oncologiche conclamate o in fase di accertamento
  • Un pacchetto maternità per l’assistenza medica alle lavoratrici in gravidanza
  • Un contributo per l’acquisto di lenti e piccoli interventi oculistici

Indennità per infortunio
A chi è rivolta: alle lavoratrici e ai lavoratori con contratto di somministrazione a tempo determinato o indeterminato che si infortunano durante la loro attività professionale presso l’impresa utilizzatrice. L’indennità per gli infortuni viene erogata solo in caso di riconoscimento e liquidazione dell’evento da parte di lnail, ad eccezione dei decessi per cause naturali occorsi sul luogo di lavoro.
Cosa si può ottenere:
• Inabilità temporanea: diaria giornaliera pari a € 46 lorde, per ogni giorno di inabilità riconosciuto dall’lnail a partire dal primo giorno successivo alla scadenza del contratto e fino a un massimo di 180 giorni;
• In caso di invalidità permanente fino al 59% : un risarcimento di € 833 per ogni punto percentuale;
• In caso di invalidità permanente oltre il 60% e in caso di morte: € 50.000 (decesso per infortunio sul lavoro o per morte naturale sul luogo di lavoro).

LE AGEVOLAZIONI A FAVORE DEI LAVORATORI

Prestiti personali
Trasporto extraurbano
Mobilità territoriale
Voucher Formazione Continua - Forma.Temp

Prestiti personali
Chi può richiedere il prestito: Possono richiedere il prestito personale le lavoratrici e i lavoratori in somministrazione dipendenti dalle Agenzie per il Lavoro che, al momento della richiesta, abbiano un contratto residuo di almeno 30 giorni.
Cosa si può ottenere: prestiti per importi fino a € 5.000 a tasso zero, esenti da commissioni pratica e istruttoria.

Contributo per il trasporto extraurbano
A chi è rivolta: alle lavoratrici e ai lavoratori con un contratto di lavoro in somministrazione (in costanza di missione per i tempi indeterminati), che siano residenti o domiciliati in comuni diversi dal comune in cui si svolge l’attività lavorativa, è previsto il rimborso degli abbonamenti di trasporto extraurbano. Per accedere alla prestazione la prima volta è richiesto un contratto di lavoro in somministrazione di almeno 30 giorni, comprensivo di eventuali proroghe. Nei mesi successivi alla prima richiesta è richiesto un contratto di lavoro in somministrazione di almeno 7 giorni continuativi nel mese.
Cosa si può ottenere: Viene riconosciuto un rimborso del costo dell’abbonamento nominativo sostenuto dal lavoratore entro un limite massimo rimborsabile di€ 150/mese e totale annuo di € 1.200.

Mobilità territoriale
A chi è rivolta: alle lavoratrici e ai lavoratori che, per esigenze strettamente connesse ad una attività lavorativa di durata minima di 6 mesi proposta dall’APL, si trasferiscono dal proprio luogo di residenza.
Cosa si può ottenere: previa presentazione a Ebitemp di un progetto di mobilità da parte dell’APL, viene riconosciuto un rimborso delle spese sostenute per il trasferimento fino ad un massimo complessivo di€ 3.500 e anticipate dall’APL.

Voucher Formazione Continua FORMA.TEMP e FORM&GO
A chi si rivolge: candidati a missione e lavoratori attivi a tempo determinato e indeterminato in somministrazione appartenenti ad una delle categorie previste dal CCNL di settore.
Cosa si può ottenere: il finanziamento di un percorso formativo a domanda individuale, al fine di sostenere e promuovere la formazione continua e permanente del beneficiario. Il voucher formativo è una dotazione, sotto forma di incentivo economico, che permette al beneficiario di individuare e frequentare un corso di formazione proposto nel Catalogo dei corsi Forma.Temp.

Ulteriori informazioni sul sito www.form-and-go.it.

E.BI.TEMP

Sportelli Territoriali Sindacali
per i lavoratori in somministrazione

Gli Sportelli Territoriali Sindacali sono previsti contrattualmente e gestiti dalle tre organizzazioni sindacali del settore della somministrazione di lavoro Felsa CISL, NIdiL CGIL, UILTemp e aiutano le lavoratrici e i lavoratori in somministrazione nella presentazione delle domande di prestazione.

Consulta l’elenco degli sportelli attivi sul territorio nazionale su www.ebitemp.it e www.formatemp.it