FAQ dal mondo Assolavoro

Il lavoro in somministrazione è un tipo di contratto introdotto in Italia nel 2003, che raccoglie l’eredità del lavoro interinale introdotto con il “Pacchetto Treu” nel 1997.

La somministrazione di lavoro è un istituto che consente alle Aziende di beneficiare di prestazioni lavorative senza che ciò comporti l’assunzione degli oneri tipici, di natura giuridica, economica, amministrativa e gestionale, derivanti dall’instaurazione di un rapporto di lavoro subordinato diretto.

Nella somministrazione di lavoro sono protagonisti tre attori:

  • L’Agenzia per il Lavoro: datore di lavoro da cui dipende formalmente il lavoratore in base al contratto di lavoro a scopo di somministrazione;
  • Il lavoratore: impiegato presso l’Agenzia e messo a disposizione dell’azienda cd. “utilizzatrice”;
  • L’azienda utilizzatrice: che usufruisce della forza lavoro messa a disposizione dall’Agenzia in seguito alla definizione del contratto commerciale, esercitando il potere di direzione e di controllo sulla prestazione lavorativa.

Le Agenzie per il Lavoro sono operatori autorizzati dall’ANPAL. Iscritte in un apposito Albo (Albo delle agenzie del lavoro e dei soggetti accreditati alle politiche attive), favoriscono l’incontro tra domanda e offerta di lavoro attraverso un’ampia gamma di servizi integrati e totalmente gratuiti per il lavoratore. Un lavoratore su due che ha accesso a un’occupazione tramite Agenzia ha meno di 35 anni.

Le Agenzie per il Lavoro, oltre ad occuparsi di somministrazione di lavoro, costruiscono e offrono soluzioni strategiche alle aziende per la gestione delle risorse umane, quali ad esempio:

  • Outsourcing: ovvero la possibilità di esternalizzare tutti o alcuni processi fondamentali per la realizzazione dei servizi e per lo sviluppo del business;
  • Ricerca e selezione: le aziende possono delegare alle Agenzie per il Lavoro la ricerca e selezione del personale interno con l’obiettivo di individuare i candidati più idonei;
  • Formazione: grazie all’utilizzo dei fondi Forma.Temp. e di Fondi Interprofessionali (Nazionali e Comunitari), le Agenzie per il Lavoro in base alle necessità del singolo cliente organizzano corsi a titolo gratuito per promuovere la formazione destinata ai lavoratori occupati con contratto di somministrazione di lavoro;
  • Outplacement: ovvero una consulenza offerta, su mandato dell’azienda, a lavoratori di ogni livello che, dovendosi riproporre nel mercato del lavoro, si avvalgono dell’intervento specialistico di esperti in tutte le problematiche connesse alla riqualificazione professionale;
  • Politiche attive: ovvero gli interventi di carattere pubblico finalizzati alla tutela dell’interesse collettivo all’occupazione;
  • Welfare aziendale: le Agenzie supportano le aziende nell’individuazione delle migliori soluzioni di benefit e welfare aziendale tramite l’adozione di strumenti personalizzati e pronti a soddisfare i bisogni dei lavoratori.

Il lavoratore in somministrazione ha per legge gli stessi diritti, le stesse tutele e la stessa retribuzione del lavoratore dipendente diretto dell’azienda in cui opera. Grazie alla forte collaborazione tra le parti sociali, e ad un dialogo sociale moderno, il mondo della somministrazione si è dotato di due enti bilaterali di settore, Forma.Temp ed Ebitemp, che hanno un ruolo fondamentale che garantisce ai lavoratori un sistema integrato di servizi, dal welfare di settore alla formazione, oltre ad elevati standard di protezione sociale.

I lavoratori in somministrazione e i candidati, inoltre, attraverso Forma.Temp possono usufruire di corsi di formazione gratuiti, con una soglia di placement obbligatoria

Nello specifico, ecco perché conviene rivolgersi alle Agenzie per il Lavoro:

  • Determina la riduzione dei costi di reperimento e gestione della forza lavoro;
  • Consente alle aziende di reperire risorse selezionate e formate e di coordinarle e dirigerle al pari dei propri dipendenti diretti, senza i relativi oneri di gestione contributiva, previdenziale, assicurativa e assistenziale;
  • Tutela l’impresa sul piano legale, attraverso l’unica forma regolare di fornitura professionale di manodopera;
  • Garantisce flessibilità nella gestione della forza lavoro per soddisfare esigenze aziendali;
  • Facilita l’individuazione di figure professionali difficili da reperire sul mercato, attraverso la selezione da un ampio database (sono stimati in 5 milioni i cv complessivamente presenti nelle banche dati delle Agenzie per il Lavoro);
  • Dà accesso a tutti i benefici economici e contributivi, così come previsti per le assunzioni dirette;
  • Permette di avere una maggiore disponibilità di personale attivo senza computarlo nell’organico dell’azienda;
  • Consente di esternalizzare alcune fasi della produzione e di internalizzare figure;
  • Consente di conteggiare i lavoratori in somministrazione disabili nella quota di riserva.

Le Agenzie per il Lavoro nel nostro Paese sono soggette ad una stringente normativa che costituisce un’importante garanzia per i lavoratori. Per poter operare le Agenzie devono perciò rispondere a determinati requisiti economici e giuridici individuati dal Decreto Legislativo 276/2003 e s.m.i. che permettono di ottenere l’Autorizzazione Ministeriale. Tale autorizzazione permette alle Agenzie di essere iscritte ad un Albo, gestito dall’ANPAL, dal quale possono essere cancellate qualora non svolgano correttamente l’attività o non adempiano regolarmente i loro obblighi nei confronti dei lavoratori. In Italia le Agenzie autorizzate alla somministrazione dal Ministero/ANPAL sono circa 100.

La rete delle Agenzie per il Lavoro conta in Italia oltre 2.500 filiali sparse su tutto il territorio nazionale. Chiunque può entrare in una delle filiali o collegarsi ai siti web delle Agenzie e presentare la propria candidatura (dal sito www.assolavoro.eu si accede all’elenco delle principali Agenzie).

Trova la filiale
I principali servizi offerti dalle Agenzie per il Lavoro sono:
  • Intermediazione;
  • Ricollocazione;
  • Assunzione con contratto di somministrazione di lavoro a tempo determinato, indeterminato o apprendistato;
  • Selezione attraverso personale specializzato e assistenza costante finalizzata all’inserimento;
  • Formazione strettamente collegata al lavoro;
  • Orientamento e bilancio delle competenze con operatori specializzati.

Il lavoratore in somministrazione ha per legge gli stessi diritti, le stesse tutele e la stessa retribuzione del lavoratore dipendente diretto dell’azienda in cui opera. Inoltre il sistema della somministrazione di lavoro individua negli Enti Bilaterali (Forma.Temp ed E.Bi.Temp.) lo strumento primario per lo sviluppo di un proprio welfare interno che prevede prestazioni a tutela dei lavoratori somministrati. La somministrazione è infatti accompagnata da un sistema bilaterale completamente autofinanziato volto ad aggiornare le competenze dei lavoratori mediane una formazione professionale tarata sulle esigenze del mercato del lavoro (tramite il Fondo Forma.Temp.) e ad assicurare un sistema di welfare integrativo all’avanguardia (tramite il Fondo E.Bi.Temp.).

Le imprese trovano nelle Agenzie per il Lavoro partner capaci di rispondere con competenza e tempestività alle loro esigenze favorendo l’incontro tra domanda e offerta di lavoro.

Inoltre, la somministrazione è l’unica forma legittima di fornitura professionale preservando l’azienda da eventuali intermediazioni illecite di lavoro (e dalle relative sanzioni) e permette alle aziende di:

  • Beneficiare degli incentivi economici/contributivi previsti in caso di assunzione diretta;
  • Terziarizzare fasi della produzione e internalizzare figure caratterizzare da una elevata professionalità;
  • Ridurre i costi di reperimento e gestione della forza lavoro;
  • Non compitare i lavoratori somministrati nell’organico dell’azienda;
  • Computare nella quota di riserva i lavoratori somministrati disabili;
  • Soddisfare le esigenze aziendali di breve, medio, lungo periodo;
  • Individuare le giuste professionalità;
  • Non avere alcun rapporto diretto di lavoro con il personale somministrato;
  • Non sostenere gli oneri tipici derivanti dall’instaurazione del rapporto di lavoro subordinato.

La somministrazione è uno strumento efficace di contrasto alle distorsioni presenti nel mercato del lavoro (finte partite Iva, lavoro sottoprotetto). Più elevato è il tasso di lavoro in somministrazione nel mercato del lavoro, più basso è il ricorso al lavoro in nero e sottotutelato. Il lavoro in somministrazione risponde alle esigenze di flessibilità delle imprese sia in chiave tattica (sul breve periodo) che in funzione strategica. La somministrazione è lo strumento che registra le percentuali più alte di stabilizzazione.

Il Lavoratore assunto da una Agenzia per espressa previsione di legge (art. 35, comma 1, D. Lgs. n. 81/2015 e CCNL lavoratori in somministrazione) ha gli stessi diritti, le stesse tutele, lo stesso inquadramento e la stessa retribuzione del lavoratore alle dirette dipendenze dell’azienda in cui opera (principio di parità di trattamento).

Tutti i servizi offerti dalle Agenzie per il Lavoro sono gratuiti. Per poter operare le Agenzie per il Lavoro devono essere autorizzate dall’Agenzia per le Politiche Attive del Lavoro (ANPAL) ed essere iscritte nell’apposito Albo Informatico del Ministero del Lavoro.

La legge vieta espressamente ai “soggetti autorizzati o accreditati di esigere o comunque di percepire, direttamente o indirettamente, compensi dal lavoratore”. Il compenso per le Agenzie per il Lavoro viene erogato dall’azienda utilizzatrice.

I lavoratori in somministrazione, grazie al Fondo di Solidarietà Bilaterale, godono di un evoluto sistema di protezione sociale, che durante la pandemia ha garantito il pagamento puntuale degli ammortizzatori a tutti i lavoratori. Il sistema di protezione in favore dei lavoratori in somministrazione è stato riconosciuto come best practice a livello internazionale.

Grazie ad Ebi.Temp tutti i lavoratori inviati in missione presso le aziende possono godere di un vero e proprio welfare di settore che assicura loro sostegni, tutele e agevolazioni. Grazie alle misure di sostegno al reddito, per la maternità̀ e gli asili nido, ai piccoli prestiti a tasso nullo o fortemente agevolato, alla tutela sanitaria e odontoiatrica, e ai rimborsi per le spese di trasporto, Ebi.Temp è un’eccellenza italiana riconosciuta a livello europeo e mondiale.

Attraverso Forma.Temp i lavoratori in somministrazione possono accedere ad una vasta gamma di corsi di specializzazione gratuiti, orientati al mercato del lavoro. La formazione offerta dalle Agenzie è orientata al risultato, ossia al reperimento di un impiego, ed è sempre gratuita.