Legale

INPS: Semplificazione adempimenti per la compilazione delle domande di cassa integrazione ordinaria e di assegno ordinario

Messaggio n. 2101 del 21 maggio 2020

L’INPS ha emanato il messaggio n. 2101 del 21 maggio 2020, attraverso il quale fornisce chiarimenti in ordine alle nuove semplificazioni procedurali, per le domande di cassa integrazione ordinaria e di assegno ordinario, introdotte a beneficio delle aziende, degli intermediari e degli operatori di Sede.

Nello specifico, l'Istituto illustra le seguenti facilitazioni introdotte per la compilazione delle domande di accesso ai predetti trattamenti:

  • Funzione “Copia domanda CIGO”: la funzione, già esistente nella procedura “UNICIGO”, è stata aggiornata ed implementata per favorire un più rapido invio di nuove domande basandosi sulle precedenti già inviate. La funzione è destinata a venire incontro alle aziende e ai consulenti in questo particolare periodo emergenziale, ed è pertanto destinata ai trattamenti di CIGO con causali “COVID-19”.Le istruzioni operative di dettaglio relative a tale funzione sono illustrate nell’Allegato n. 1 del presente messaggio;

  • Dichiarazione semplificata fruito CIGO COVID: con riferimento alla possibilità di dichiarare il fruito su precedenti autorizzazioni CIGO, già presente in procedura, è stata introdotta un’ulteriore facilitazione per dichiarare le giornate di CIGO fruite sulle autorizzazioni con causali “COVID-19”. A tal riguardo, l'Istituto fornisce con il presente messaggio un file excel semplificato, rispetto a quello normalmente in uso per dichiarare il fruito CIGO, che potrà essere allegato dalle aziende nelle domande di proroga con causale “COVID-19”;

  • Funzione “Duplica domanda Fondi”: al fine di venire incontro alle aziende e ai consulenti in questo particolare periodo emergenziale, anche la funzione “Duplica domanda”, da invio domande on line dei Fondi di solidarietà, è stata implementata per favorire un più rapido invio di nuove domande, riferite alle domande di assegno ordinario con causale “COVID-19”.