Legale

INL: Decreto "Cura Italia"- attività indifferibili nei procedimenti ad istanza di parte

Nota n. 2201 del 23 marzo 2020

L'Ispettorato Nazionale del Lavoro (INL) con la nota n. 2201 del 23 marzo 2020 ha fornito i primi chiarimenti in ordine ai procedimenti esclusi dal campo di applicazione dell’art. 103, del D.L. n. 18/2020 cd. Decreto "Cura Italia" rubricato “Sospensione dei termini nei procedimenti amministrativi ed effetti degli atti amministrativi in scadenza”.

Nello specifico sono da considerarsi indifferibili per loro natura e non sospesi i procedimenti di seguito elencati:

  • Istanza per il superamento della durata massima del contratto a tempo determinato ai sensi art. 1 del D.L. n. 87/2018 (conv. da L. n. 96/2018);
  • Richiesta di interdizione anticipata/post partum dal lavoro per lavoratrici madri addette a lavori vietati o pregiudizievoli alla salute della donna e del bambino ai sensi del D.Lgs. 26/03/2001, n. 151 e s.m.i. - art. 17, comma 2, lett. b) e c);
  • Richiesta di convalida dimissioni/risoluzioni consensuali lavoratrici madri e lavoratori padri online ex art. 55 D.Lgs. 151/2001.