Comunicazione

CURA ITALIA. ASSOLAVORO: ERRORE NEL DECRETO RISCHIOSO PER DECINE DI MIGLIAIA DI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE

NOTA STAMPA ASSOLAVORO

8 aprile 2020. “Fonti parlamentari evidenziano come vi sia, negli emendamenti approvati questa notte al decreto Cura Italia, un errore che escluderebbe i lavoratori in somministrazione dalla opportunità di vedersi rinnovato il contratto se le aziende hanno chiesto la cassa integrazione per l’emergenza Covid 19” – evidenzia Alessandro Ramazza, Presidente di Assolavoro, L’Associazione Nazionale delle Agenzie per il Lavoro.

“Se fosse confermato si tratterebbe di un errore con effetti sociali ed economici disastrosi. Impedendo la prosecuzione dell’attività per decine di migliaia di lavoratori in somministrazione – che hanno per legge gli stessi diritti e le stesse retribuzioni del lavoratore alle dirette dipendenze dell’azienda presso la quale sono impiegati – si andrebbe ad aumentare ulteriormente la platea delle persone in disoccupazione. E contemporaneamente si determinerebbero effetti assai negativi anche per le imprese presso le quali i lavoratori sono impiegati, imprese che spesso svolgono attività di primaria importanza in questa fase delicata di emergenza Covid 19. Chiediamo, pertanto, un intervento correttivo da parte del Governo, per evitare che all’emergenza Covid 19 se ne debbano sommare altre” conclude il Presidente di Assolavoro.

Scarica qui la nota stampa