Comunicazione

AGENZIE PER IL LAVORO, A RISCHIO ENTRO FINE ANNO 100MILA POSTI

Sole 24 Ore, 23 settembre 2021

Il nodo. Effetto del limite di 24 mesi per i lavoratori somministrati assunti a tempo indeterminato ma con missione a termine nelle aziende. Le parti chiedono modifiche per la continuità occupazionale.

«Serve un intervento normativo in tempi rapidi – sostiene Alessandro Ramazza, presidente di Assolavoro - Il danno è duplice: sono 100mila i lavoratori che rischiano di perdere il posto al raggiungimento dei 24 mesi del rapporto di lavoro, ma anche le aziende utilizzatrici rischiano di perdere professionalità che hanno formato e con cui lavorano da 2 anni. Abbiamo avuto un’interlocuzione positiva con il ministero del Lavoro e siamo fiduciosi in un intervento del ministro Orlando che, però, deve concretizzare rapidamente, perché le aziende programmano in anticipo gli organici, e con l’avvicinarsi della scadenza di fine anno, in assenza di correttivi, si rischia un ampio ricorso al turn over». Ramazza sottolinea che il contratto di somministrazione è «un rapporto di lavoro con tutte le tutele e le garanzie del lavoro dipendente e con la garanzia della retribuzione prevista dal CCNL di riferimento»

Clicca qui per leggere l'articolo completo
Clicca qui per consultare il richiamo in Prima Pagina