E.Bi.Temp

Il welfare gratuito per i nostri lavoratori: una best practice europea.

E.Bi.Temp è un ente bilaterale senza fini di lucro che si occupa della gestione bilateralità e dei diritti sindacali nel settore del lavoro in somministrazione.

L’Ente bilaterale nasce da uno specifico accordo tra le Parti sociali nel 1998 ed è finanziato da un contributo aggiuntivo previsto dal CCNL di settore pari allo 0,2% delle retribuzioni imponibili corrisposte ai lavoratori somministrati assunti con contratto a tempo determinato ed allo 0,3% delle retribuzioni imponibili corrisposte ai lavoratori somministrati assunti con contratto a tempo indeterminato (art. 11, punto 3, CCNL).

Le prestazioni erogate nel 2015, hanno superato i 9,5 milioni di euro. Le richieste accolte sono state oltre 11.500.

 

E.Bi.Temp ha lo scopo di assicurare tutela e prestazioni di supporto ai lavoratori temporanei e ha creato un vero e proprio mini welfare di settore volto a costruire un sistema che risponda ai bisogni dei lavoratori: oltre a indennizzi in caso di infortunio e procedure semplificate di accesso al credito, l'Ente mette a disposizione un fondo di previdenza integrativo per i lavoratori in somministrazione e garantisce misure a sostegno della maternità e tutela sanitaria.

Prestazione

A chi si rivolge

Come si può ottenere

CONTRIBUTO PER ASILO NIDO

Lavoratrici madri con una missione pari o superiore a 7 giorni e con un’anzianità di almeno 3 mesi (mesi lavorati negli ultimi 12)

Contributo fino ad un massimo di €100 mensili, fino al terzo anno di età del bambino

SOSTEGNO ALLA MATERNITÀ

Lavoratrici in gravidanza per le quali la missione cessi nei primi 180 gg dall’inizio della stessa ed alle quali non spetti l’indennità obbligatoria INPS

Contributo una tantum di €2.250 al lordo della ritenuta IRPEF

INDENNITÀ PER INFORTUNIO

Lavoratori che hanno subito un infortunio sul lavoro che  si protrae oltre la scadenza del contratto (invalidità temporanea), provoca una invalidità permanente o provoca esito mortale

- In caso di invalidità temporanea: risarcimento fino ad un massimo di €6.300 in funzione della gravità e della durata dell’infortunio

- In caso di invalidità permanente fino al 59%: risarcimento di €833 per ogni punto percentuale

- In caso di invalidità permanente oltre il 60% e in caso di morte: €50.000

RIMBORSI PER LE SPESE SANITARIE

Lavoratori con contratto di lavoro in essere o entro 120 giorni dalla sua scadenza (in caso di missioni superiori ai 30 gg.), nonché dal coniuge e dai figli fiscalmente a carico

- Rimborso del 100% dei ticket sanitari per visite specialistiche, esami di laboratorio e diagnostica - Sussidio giornaliero per ricoveri oltre i due giorni

- Rimborso spese per ricovero per grande intervento chirurgico

- Rimborsi (su tariffario con franchigia del 20% sul totale rimborsabile) per spese odontoiatriche e ortodontiche

MOBILITÀ TERRITORIALE

Lavoratori che si trasferiscono per esigenze connesse all’attività lavorativa

Contributo una tantum di €700  (€1.000  in caso di assunzioni a tempo indeterminato) – a fronte di un contributo almeno doppio riconosciuto dall’Agenzia per il Lavoro

PRESTITI PERSONALI

Lavoratori che abbiamo almeno 30 gg di missione residua per prestiti fino a €5.000. Per i prestiti superiori a €2.500 è necessario aver già estinto un precedente prestito di Ebitemp

Prestiti per importi fino a €5.000  a tasso zero.

CONTRIBUTO PER IL TRASPORTO EXTRAURBANO Lavoratrici e lavoratori con un contratto di lavoro in somministrazione, comprensivo di eventuali proroghe, pari almeno ad 1 mese. Nel caso del primo mese il contributo verrà riconosciuto solo a fronte di un contratto di un mese, negli eventuali mesi successivi verrà riconosciuto il contributo solo a fronte di un contratto di almeno 7 giorni. Il lavoratore deve essere residente o domiciliato in comune diverso da quello in cui ha sede il luogo di svolgimento della prestazione lavorativa. Un contributo per abbonamento nominativo di trasporto pubblico extraurbano, pari all’80% del costo dell’abbonamento entro un limite massimo rimborsabile di 150€/mese lordi. Il contributo sarà calcolato sulla base dei giorni di missione e di abbonamento.
CONTRIBUTO ASILO NIDO PER I LAVORATORI PADRI Lavoratori padri in caso di morte o grave infermità della madre, abbandono del figlio da parte della madre, affidamento esclusivo al padre, nuclei monoreddito da lavoro in somministrazione (del padre). I requisiti di accesso sono gli stessi già previsti per le lavoratrici madri. Contributo fino ad un massimo di €100 mensili, fino al terzo anno di età del bambino
CONTRIBUTO PER ADOZIONE O AFFIDAMENTO NAZIONALE/INTERNAZIONALE Lavoratrici e lavoratori la cui missione cessa nei primi 180 gg dall’inizio dell’adozione o dell’affidamento ed a cui non spetta l’indennità prevista dall’INPS. Contributo una tantum di €2.250 al lordo della ritenuta IRPEF.
INTEGRAZIONE CONTRIBUTO INPS PER MATERNITÀ OBBLIGATORIA Lavoratrici in maternità che ricevono direttamente l’indennità dall’INPS e alle quali sia scaduto il contratto di lavoro a tempo determinato in somministrazione. Contributo integrativo della indennità di maternità fino al 100% della retribuzione precedentemente percepita.
BUONO LIBRI E MATERIALE DIDATTICO PER I FIGLI DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE Lavoratori o lavoratrici con figli a carico iscritti ad una scuola primaria o secondaria (sia di primo che di secondo grado), con un’anzianità di lavoro in somministrazione pari complessivamente a 60 gg. da far valere nel periodo compreso tra il 1° settembre ed il 30 giugno di ciascun anno scolastico. Un contributo per ogni figlio fiscalmente a carico per acquisto di libri o materiale didattico del valore di 150€

BUONO LIBRI PER STUDENTI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE (CORSI SERALI)

Lavoratori o lavoratrici iscritti a corsi serali per il conseguimento del diploma di scuola pubblica secondaria di secondo grado, con un’anzianità di lavoro in somministrazione pari complessivamente a 60 gg. da far valere nel periodo compreso tra il 1° settembre ed il 30 giugno di ciascun anno scolastico Un contributo del valore di 150€ lordi per acquisto di libri o altro materiale didattico.

CONTRIBUTO RETTA UNIVERSITARIA STUDENTI/LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE 

Lavoratori e lavoratrici iscritti ad un corso di laurea nell’ambito della sua durata legale di una università, con un’anzianità di lavoro in somministrazione pari almeno a 30 gg nei 12 mesi precedenti l’inizio dell’anno accademico e con ISEE inferiore a 25.000 euro. Un contributo annuo di 150 € lordi per i costi delle tasse universitarie

SOSTEGNO ALLA NON AUTOSUFFICIENZA 

Lavoratori e lavoratrici con familiari fiscalmente a carico che si trovino nelle condizioni di invalidità civile pari al 100% e ai quali si applichino le disposizioni della legge 104/92. Il lavoratore somministrato dovrà avere una anzianità di 90 giorni nel settore. Un contributo annuo di 1000 euro

 

enti collegati